Svatantrya tra profumi e sapori balinesi: Nasi Campur con Gado Gado e Jukut Urap

Uno dei momenti in cui sento davvero di toccare con mano il concetto filosofico racchiuso nella parola sanscrita svatantrya è quando viaggio.

Esplorare, visitare, conoscere nuove culture mi riporta alla vera natura ed essenza della vita. Nel viaggio ritrovo quella libertà infinita, senza confini e condizionamenti, pura gioia ed energia in movimento.

Per me viaggiare è anche, e soprattutto direi, assaggiare nuovi piatti. Per questo oggi vi propongo uno dei piatti tradizionali di Bali, leggermente rivisitato in chiave occidentali data la difficoltà di trovare alcune spezie ed erbe.

Tra l'altro, il viaggio a Bali ha un posto speciale nel mio cuore perché è proprio dove ho conseguito il certificato di insegnante di yoga. Ho una profonda gratitudine verso il popolo balinese, estremamente gentile e pronto ad aiutarti, e verso un'isola che ti dona energia.

Ma basta parlare di me... prima che scendono le lacrime! Passiamo alla ricetta: Nasi Campur con Gado Gado e KJukut Urap.


Il Nasi Campur è un must di Bali. Si tratta di un piatto misto a base di riso e "tutto ciò che trovi in vetrina", tra cui verdure, carne, pesce, uova o tofu e tempeh.

Il Gado gado è un piatto di contorno tipico della cucina indonesiana a base di verdure bollite o al vapore e salsa di arachidi.

Il Jukut urap è un'insalata molto fresca, dai sapori esotici. Se amate gli accostamenti particolari, vi innamorerete dal sapore del cocco unito al lemongrass, al kefir e al piccante del peperoncino.

Bene, è giunto il momento...


...ai fornelli!

Ingredienti (per due persone)


100gr di riso basmati integrale e bianco

1 panetto di tempeh

2 uova


Gado Gado

1 carota

1/2 cavolo cappuccio

1/2 cavolfiore


Salsa di arachidi

50gr di arachidi tostate

1/2 spicchio di aglio privo di anima

1/2 cucchiaino di zucchero di canna

1 cucchiaino di salsa di soia

1 puntina di lemongrass in polvere

lime


Jukut Urap

2 manciate di fagiolini

2 manciate di germogli di soia

2 manciate di spinaci

3 cucchiai di cocco rapé

1 peperoncino rosso fresco

1/2 cipolla

1 spicchio di aglio

1 cucchiaino di zucchero di canna

1 cucchiaio di salsa di soia

1/2 cucchiaino di kefir lime (in polvere o foglie)

1/2 cucchiaino di lemongrass in polvere



Procedimento


Sciacquare il riso e cuocerlo per assorbimento con 2 parti di acqua. Lasciare raffreddare.

In una pentola portare a bollore dell'acqua e immergere le uova, calcolando 5 minuti di cottura. Togliere e lasciare da parte.


Per il gado gado

Tagliare il cavolfiore a cimette. Mondare la carota. Tagliare il cavolo cappuccio a fettine.

In una pentola capiente portare a bollore dell'acqua e sbianchire le verdure.

Nel frattempo preparare la salsa frullando le arachidi fino a ottenere una consistenza morbida ma granulosa, unire lo zucchero, l'aglio, la salsa di soia e il lemongrass e frullare ancora qualche secondo.


Per il jukut urap

Pulire i fagiolini e sbollentarli per10/15 minuti circa. Gli ultimi minuti aggiungere gli spinaci. Scolare a raffreddare in acqua gelida. Lavare i germogli di soia.

In una padella, tostare il cocco rapé. Togliere e tenere da parte.

Nella stessa padella unire cipolla, aglio, peperoncino, kefir lime, lemongrass, zucchero e salsa di soia. Sciogliere lo zucchero a fuoco basso e unire fagiolini, spinaci e i germogli di soia. Far amalgamare i sapori e togliere dal fuoco, aggiungere il cocco tostato.


Tagliare il tempeh a fettine e rosolarlo in padella con un filo di olio fino a doratura.


Per l'impiattamento.

Prendere un bicchiere o un imbuto e passare un filo di olio. Riempirlo con il riso e capovolgere sul piatto al centro. L'olio aiutera il riso a staccarsi dal bicchiere/imbuto creando una piramide, tipica del piatto balinese,

Unire il resto degli ingredienti: gado gado con salsa di arachidi, jukut urap, tempeh e uovo.


Selamat makan!

Con amore,

Laura