Svatantrya: liberi di essere, liberi di creare

Uno degli attributi di questa Coscienza suprema che stiamo imparando a "ri"conoscere è libertà assoluta, dal sanscrito Svatantrya.

Citih svatantra visva-siddhi-hetuh

"La Coscienza suprema, nella sua libertà assoluta, ha creato l'universo"

(Pratyabhijna-hrdayam)


Lo Shivaismo tantrico afferma che la natura del Sé ha un'attività libera e spontanea che esprime la sua pienezza. Per cui, premettendo che la Coscienza suprema si trova in uno stato di infinita liberta, essendo ognuno forma contratta di essa, ognuno è libero e ha il potere di creare il proprio universo e in esso comprendere quella sorgente, che è la stessa per tutti, diventandone consapevoli.


L'idea alla base è che abbiamo pieno libero arbitrio sull'agire, partecipare, connetterci e giocare nel mondo. L'approccio tantrico infatti non ci impone di isolarci in noi stessi, ma di unirci e partecipare nel mondo. Siamo chiamati a seguire la nostra visione e creare relazioni basate su ciò che è più importante per noi, ciò che ha vero valore. In altre parole, ci muoviamo in un mondo in cui ognuno è libero di muoversi. L'universo tantrico è in espansione continua. La stessa parola tantra viene spesso tradotta con rete, arazzo. Il mondo diventa così un rete in cui ognuno si intreccia.


Lo Yoga ci insegna a interagire con consapevolezza, rafforzando la connessione con ciò che ci circonda e vivendo con maggiore presenza al fine di portare bellezza, amore e pace nel mondo.


Attraverso le asana sul tappetino, assumiamo forme nel tempo e nello spazio, che sono espressione di ciò che siamo in quel momento e in quello spazio. Ciò che siamo però è libero dall'espressione esteriore, è SVATANTRYA, assoluta libertà. La pratica fisica ci aiuta a creare una struttura che ci permetta di sentirci liberi e non limitarci ai confini spazio/temporali.


Come un fiume che scorre fluido e libero grazie agli argini che lo contengono.


Quegli argini sono la consapevolezza e la volontà della coscienza Suprema.



Prova per credere

Concediti qualche minuto per muovere liberamente il corpo. magari mettendo una musica molto ritmata. Arriva fino a sudare; salta, corri, balla, ciò che preferisci. Poi ferma il movimento e senti l'energia fluire dentro il tuo corpo, ritrova quella libertà assoluta e riconoscila come parte integrante, come attributo del tuo essere.


Buon viaggio,

Laura