Shiva-shakti: Babka vegana con crema di mandorle e carrube

"There is no Shiva without Shakti, or Shakti without Shiva. The two […] in themselves are One”.


Questa settimana abbiamo esplorato uno dei concetti cardine dello Yoga: Shiva e Shakti, come unione di poli opposti, in quella che viene definita visione non-duale della filosofia tantrica. Shiva e Shakti, infatti, seppur rappresentanti di due aspetti opposti, rispettivamente staticità e coscienza vs dinamismo ed energia, sono un unicum. "Non c'è Shiva senza Shakti, non c'è Shakti senza Shiva".

Per la ricetta di questa settimana, mi sono lasciata quindi ispirare da questa danza dinamica e continua di due colori che si fondono pur mantenendo una propria identità. Ecco come è nato questa Babka vegana con crema di mandorle e carrube, sofficissimo e davvero semplice da preparare, ottimo per la colazione.


Ho scelto di utilizzare la carrube al posto del cacao per dare una nota diversa, ma ovviamente anche del cioccolato ci sta divinamente. Diciamo che la base si presta davvero bene per spaziare con la fantasia e creare accostamenti diversi. Vogliamo parlare infatti del gioco marmoreo che si crea al taglio? Davvero unico! Ogni Babka avrà la sua decorazione unica!


Ai fornelli!

Ingredienti (per uno stampo da 20cm)


250gr farina T1

100gr farina integrale tipo Manitoba

7gr lievito di birra secco o 25gr lievito di birra fresco

40gr zucchero di canna

70gr olio di semi di girasole

150ml di latte vegetale (nel mio caso avena)

1 pizzico di sale


Per la farcia

2 cucchiai abbondanti di burro di mandorle

2 cucchiai di farina di carrube o cacao amaro

1 cucchiaio di latte tiepido


Procedimento


In una ciotola mescolare le farine. Scaldare leggermente il latte e sciogliere lo zucchero e il lievito. Aggiungere il liquido alle farine, insieme all'olio. Iniziare a impastare e unire il pizzico di sale. Continuare a impastare a mano o in impastatrice fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo.

Lasciare lievitare per due ore coperto da pellicola in un luogo al riparo da correnti, idealmente nel forno con la luce accesa.


Poco prima delle due ore, mescolare energicamente il latte con la carrube e il burro di mandorle fino a ottenere una crema fluida

Trascorso il tempo di lievitazione, stendere l'impasto in un rettangolo di circa mezzo centimetro. Spalmare la crema su tutta la superficie, lasciando fuori solamente i bordi che andranno bagnati son un goccio di acqua.

Arrotolare il rettangolo sul lato lungo, si otterrà così un rotolo. Tagliare il rotolo in due e intrecciare i due lembi, tenendo sempre la parte del taglio con la farcia verso l'alto.


Sistemare la treccia nello stampo da plumcake precedentemente oliato e lasciare lievitare per un'altra ora.


Infornare la babka a 180° forno statico per 40/50 minuti, tenendola coperta con della stagnola per i primi 15/20 minuti in modo da non bruciare la farcia. Quando mancano 5/10 min, spennellare sulla superficie uno sciroppo di miele allungato con acqua per dare un bell'effetto dorato e croccante.


Sfornare e lasciare intiepidire prima di tagliare!


Buona esperienza culinaria!

Con amore,

Laura