L'INCENSO, l'olio essenziale sacro

Aggiornamento: gen 20

Qualche giorno fa vi ho suggerito l'utilizzo dell'olio essenziale di incenso per aiutare a rilassare la mente e migliorare la concentrazione. In questo post, vedremo in maniera più dettagliata di cosa si tratta, da dove viene e i numerosi benefici per il nostro corpo-mente-cuore.


L'olio essenziale di Boswellia, comunemente conosciuto come incenso, è uno dei più rari e preziosi. Il suo utilizzo risale all'era degli Assisi e Babilonesi, i quali lo utilizzano in rituali religiosi, legati soprattutto al trapasso delle anime. Gli Egizi lo introdussero nelle pratiche di fumigazione ma anche a uso cosmetico, sfruttando le proprietà antisettiche e astringenti. I popoli Arabi lo impiegavano come ricchezza di scambio!

Queste conoscenze tramandate nel tempo, fanno dell'olio di incenso un alleato pregiato da integrare nella vita di tutti i giorni.


Da dove arriva?

La pianta Boswellia nasce in paesi mediorientali, Oman e in Somalia ed Etiopia. Dal fusto snello e poche ma profonde radici, predilige terreni ripidi, che rendono la raccolta della resina molto pericolosa. Quest'ultima avviene tramite incisioni leggere del tronco, attraverso le quali fuoriesce una resina che nel giro di qualche giorno cristallizza in lacrime. Queste vengono poi pulite e selezionate in base alla loro grandezza e purezza. Solo le più pure vengono distillate per la creazione dell'olio essenziale.

Il problema sorge a causa dello sfruttamento della pianta per fini di lucro. La Boswellia necessita, infatti, di tempi di riposo prestabiliti tra un'incisione e l'altra. Per tale ragione è sempre preferibile scegliere oli solidali.*


Benefici e uso

I benefici dell'olio essenziale di incenso sono numerosi, a livello fisico, emotivo e mentale.

L'incenso promuove la funzione cellulare, fungendo da antiossidante, e il sistema immunitario grazie alle sue proprietà antimicrobiche e antisettiche. Ne beneficiano soprattutto polmoni, fegato, stomaco e apparato urogenitale. Inoltre, l'incenso svolge un'azione di rinforzo per il sistema muscoloscheletrico e distensivo per muscoli e tessuti contratti.


L'incenso esercita un'azione benefica sull'epidermide, rallenta il processo di formazione delle rughe, combatte la disidratazione e agisce da tonico, ridonando vitalità e riducendo gli arrossamenti e le imperfezioni.


Grazie all'elevato contenuto di alpha-pinene, l'olio di incenso regala sensazioni di benessere e rilassamento emotivo e mentale, specie in caso di stress, ansia e paura, dona una chiara visione e facilita lo stato di meditazione profonda, rendendo il respiro più profondo.


L'uso può avvenire:


- per via cutanea: andando a frizionare l'olio sulla parte interessata. E' possibile anche diluire qualche goccia in un olio vettore, come l'olio di cocco, per coprire aree più estese. In caso di bambini, è possibile frizionare qualche goccia sotto la pianta dei piedi, per regalare una sensazione di benessere e aiutare il rilassamento profondo.

- per via interna: una goccia sotto la lingua o diluita. Attenzione sempre all'olio che si acquista e leggere le indicazioni riportate sulla confezione. Non tutti gli oli possono essere ingeriti.

- in diffusione o per inalazione: usando un diffusore o sui palmi delle mani, dopo averli strofinati per creare calore e facilitare l'inalazione.

L'incenso funge anche da potenziatore per gli altri oli. In diffusione, aggiungere una goccia di incenso, aumenta l'efficacia degli altri oli essenziali.


L'olio essenziale di Boswellia è davvero il Re degli oli. La parola chiave è costanza! Piccole dosi quotidiane possono davvero fare l differenza.

Non resta che sperimentare.

Buon viaggio!


Con amore,

Laura