Anava-mala: STRUDEL DI MELE

Come abbiamo esplorato questa settimana, uno dei meccanismi con cui il Divino si contrae diventando forma umana è creando una sorta di "corazza a strati" che ci rende finiti e limitati. Questi veli sono fondamentali per contenere questa energia ma allo stesso tempo dovremmo essere consapevoli che sono uno strumento, hanno il potenziale di farci tornare lì dove tutto è iniziato.

Con questa immagine vi introduco la ricetta di questa settimana: uno strudel di mele, uvetta e noci. Lo strudel, infatti, ha una vera corazza che contiene il ripieno, un tripudio di dolcezza formata da sfumature diverse che si amalgamano perfettamente. Basta un buco in quel velo per entrare in connessione con il cuore. Esattamente come possiamo fare con il velo dell'individualità.


Questa ricetta è a basso contenuto di zucchero, a piacere si potrebbe aggiungerlo anche nella sfoglia. L'ho reso molto più leggero in modo da essere adattato a ogni occasione, colazione magari con uno yogurt di fianco, o dopo pasto come dolcetto.

Bando alle ciance...

ai fornelli!

Ingredienti (per 4/5 porzioni)


Per la sfoglia:

200gr di farina di tipo 1

50gr di semola di grano duro Senatore Cappelli

50gr di olio extravergine di oliva

120gr di acqua

un pizzico di sale


Per il ripieno:

2 mele

2 manciate di uvetta

1 cucchiaio di miele

2 cucchiaini di cannella

2 manciate di noci o mandorle o pinoli

1/2 limone succo + scorza



Procedimento


Unire e setacciare le farine, unire l'acqua e l'olio. Iniziare a impastare e aggiungere il sale. Creare una palla liscia e omogenea e lasciare riposare per 30/40 minuti.


Nel frattempo preparare il ripieno.

Mondare le mele e tagliarle a dadini piccoli. Versarle in una padella, aggiungere la cannella, il succo di limone e l'uvetta. Cuocere aggiungendo un goccio di acqua se necessario. Quando le mele risultano morbide, aggiungere il miele e continuare per qualche minuto. Lasciare raffreddare.

Infine unire le noci e la scorza di limone.


Accendere il forno a 180°C.


Riprendere il composto e stenderlo con un mattarello fino a creare un rettangolo di 2-3mm. Stendere il ripieno in modo uniforme lasciando 2cm di pasta dal bordo liberi.

Arrotolare lo strudel creando un salsicciotto largo e basso, chiudendolo ai lati. Spennellare con un filo di olio e infornare per 30-40 minuti fino a doratura. Poco prima della fine, spennellare con acqua e miele per creare una bella crosticina dorata.


Lasciare intiepidire prima di tagliare e gustare.


Buona esperienza culianaria!

Con amore,

Laura